Al 1000 Miglia scatta anche la Michelin Rally Cup

Al 1000 Miglia scatta anche la Michelin Rally Cup

Sei le tappe in programma (tre per girone) ed è già un successo: le adesioni per il 2015 sono 47

Riparte da Brescia il Campionato Italiano WRC e, per il terzo anno consecutivo, con il campionato tricolore prende il via la Michelin Rally Cup. Il challenge indetto dalla Casa francese di pneumatici presenta un format molto simile alle edizioni precedenti, visto il successo ottenuto e conferma anche il ricco montepremi destinato ai protagonisti della Michelin Rally Cup 2015, che ha toccato la ragguardevole quota di 130.000 €.

Come nella scorsa stagione l'iscrizione alla Michelin Rally Cup è gratuita, ai concorrenti è fatto solo l'obbligo di gareggiare per tutta la durata del rally con pneumatici Michelin e di applicare sulla vettura gli adesivi della Casa francese. Nel 2015 è nata un'ulteriore collaborazione fra la Michelin Rally Cup e gli organizzatori delle gare dei CIR-WRC, che hanno acconsentito ad applicare uno sconto del 15% sulla tassa di iscrizione al rally per tutti gli aderenti alla Coppa.

Con simili incentivi era facile prevedere il successo della Michelin Rally Cup 2015 che, al momento attuale, conta ben 47, numero quasi sufficiente a comporre l'elenco iscritti di un rally. Nella categoria WRC, quella riservata alle regine dei rally spinte da un motore 2 Litri Turbo e dotate di quattro ruote motrici, ritroviamo Marco Signor, già protagonista della scorsa stagione nella Coppa Michelin, che dovrà vedersela con Paolo Porro che dispone della Focus WRC e può contare su un anno di esperienza in più. In WRC si registrano due nuove entrate: Manuel Sossella, passato quest'anno alle Michelin per la sua Fiesta WRC ed Elwis Chentre. Sono cinque gli iscritti nella classe S2000 (che accorpa anche le nuove RRC, R5, R4 oltre alle spettacolari N4, RGT, A8, K11) fra i quali Sergio Terrini, Tiziano Panato, Roberto Vellani che dovranno vedersela con i nuovi arrivati Ilario Bondioni e Tiziano Liberini, mentre sono 9 gli iscritti delle categorie S1600/A7 e R3 nelle versioni aspirate, turbo e diesel.

Gara nella gara la disputeranno i 19 iscritti nella categoria che unisce le R2, N3, A6, Racing Start ed R1C ed R1T; lo scorso anno vinse lo sloveno Rok Turk, che dalla serie italiana ha preso lo slancio per l'avventura europea della stagione 2015. Infine c'è la categoria riservata alle vetture più piccole con dieci concorrenti al via, nove dei quali daranno la caccia anche alla Suzuki Rally Cup. Nel centro del mirino c'è Paolo Amorisco, gran protagonista nella scorsa stagione, ma gli altri concorrenti hanno voglia e capacità per scalzare il cuneese dal trono. Questi sono gli iscritti al momento attuale, ma sarà possibile formalizzare la propria adesione alle verifiche delle prossime gare.

La Michelin Rally Cup 2015 si svolgerà sulla distanza di sei gare divise in due gironi. Per rendere avvincente il challenge fino all'ultima gara saranno persi in considerazione i due migliori risultati per ogni “tour”. La Michelin Rally Cup è stata lanciata; ora la parola passa al ruggito dei motori.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Campionato Italiano WRC
Articolo di tipo Ultime notizie