Per Suzuki prova di affidabilità all’Italian Baja Internazionale

La selettiva e dura gara friulana esalta le doti delle Grand Vitara sul podio assoluto con Codecà-Toffoli. Nel T2 del Challenge vincono Luchini-Bosco.

Per Suzuki prova di affidabilità all’Italian Baja Internazionale

Grande prova di affidabilità per Suzuki all’Italian Baja Internazionale, la gara friulana 5° appuntamento del Campionato Italiano Cross Country Rally & SSV valido per la FIA World Cup ed European Cup.

Particolarmente dura e selettiva la gara che si è svolta su un percorso ricavato sui greti dei fiumi Cellina, Meduna e Tagliamento, che ha creato diversi problemi per la maggior parte degli equipaggi in gara.

Sconosciuti i problemi di resistenza per gli equipaggi Suzuki. Lorenzo Codecà e Mauro Toffoli sulla Gran Vitara della classe regina T1, hanno chiuso al secondo posto assoluto. Ha inseguito con fatica e merito il pluri campione milanese driver ufficiale Suzuki, che ha, come di consueto, condiviso la sempre affidabile Gran Vitara con l’impeccabile navigatore pordenonese.

Gli attacchi al vertice alla portata dell’equipaggio della casa giapponese sono stati rallentati dal raggiungimento di avversari più lenti sul percorso e tanta polvere nell’abitacolo della Gran Vitara, che ha continuamente offerto il massimo del potenziale.

“Potevamo ambire a molto di più. Il potenziale della Gran Vitara ed il nostro c’era tutto, la Suzuki è sempre perfetta ed affidabile!”, ha dichiarato Codecà al traguardo.

Sfuggito il podio all’equipaggio di casa formato da Federico Crozzolo e Paolo Pasian, che hanno confermato tutta la fiducia nel marchio giapponese, nonostante il cedimento di un semiasse li abbia fatti scivolare indietro sull’ultimo settore.

Andrea Luchini e Piero Bosco hanno vinto la classifica tricolore di gruppo T2, la categoria dei veicoli di serie, ma soprattutto il Suzuki Challenge, sulla indistruttibile Suzuki Grand Vitara, che nemmeno un capottamento sul primo crono del sabato è riuscito a rallentare.

Il pronto intervento degli uomini Suzuki e la resistenza della vettura hanno permesso al toscano ed all’emiliano di vincere il monomarca ed il gruppo. Secondi sul podio di Suzuki Challenge Mauro Cantarello ed il locale Francesco Facile, anche loro su Suzuki Grand Vitara, nonostante abbiano dovuto rinunciare all’ultimo crono dopo i danni all’anteriore seguiti al primo settore del sabato

condividi
commenti
Suzuki in formazione completa all’Italian Baja Internazionale
Articolo precedente

Suzuki in formazione completa all’Italian Baja Internazionale

Articolo successivo

Dakar: Audi completa i primi test con il prototipo RS Q e-tron

Dakar: Audi completa i primi test con il prototipo RS Q e-tron
Carica i commenti