Bortolotti ed Engelhart centrano il successo in Gara 1 a Zolder

Il duo al volante della Lamborghini Huracan del Grasser Racing si è imposto sull'Audi di Dries Vanthoor e Will Stevens beffando l'equipaggio del team WRT al pit stop. Nella classe Pro-Am grande doppietta delle Ferrari del Kessel Racing.

Bortolotti ed Engelhart centrano il successo in Gara 1 a Zolder
#2 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Dries Vanthoor
#2 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Will Stevens, Dries Vanthoor
#2 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Will Stevens, Dries Vanthoor
#63 GRT Grasser Racing Team Lamborghini Huracan GT3: Mirko Bortolotti, Christian Engelhart
#63 GRT Grasser Racing Team Lamborghini Huracan GT3: Mirko Bortolotti, Christian Engelhart
#2 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Will Stevens, Dries Vanthoor
#2 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Will Stevens, Dries Vanthoor
#17 Team WRT Audi R8 LMS: Stuart Leonard, Robin Frijns
#90 Akka ASP Team Mercedes-AMG GT3: Jack Manchester, Nico Bastian

Hanno iniziato nel migliore dei modi la stagione i campioni in carica Mirko Bortolotti e Christian Engelhart grazie al successo nella prima gara dell’anno sul tracciato di Zolder.

Dopo aver conquistato il secondo tempo in qualifica, l’equipaggio della Lamborghini Huracan del Grasser Racing è stato abile a passare in testa alla gara in occasione del pit obbligatorio quando Bortolotti ha preso il volante dalle mani di Engelhart.

La sosta, come detto, è stato il momento che ha determinato le sorti della gara. Engelhart, autore del primo stint, è entrato ai box un giro prima dell’Audi del poleman Vanthoor, mentre Bortolotti, una volta sceso in pista, ha spinto subito al massimo per essere certo di avere un margine di vantaggio su Will Stevens subentrato al belga.

Proprio l’inglese ha poi dovuto lottare con i denti nel suo stint per resistere alla pressione di Christopher Mies, giunto poi terzo al volante dell’altra Audi del team WRT, mentre la casa dei quattro anelli è riuscita a piazzare ben 4 vetture nei primi cinque posti grazie alla quarta e quinta posizione centrata da van der Linde e Robin Frijns.

In casa Grasser Racing, oltre alla vittoria di Bortolotti ed Engelhart, si sorride anche per il sesto posto ottenuto da Andrea Caldarelli.

Nella Silver Cup successo per l’equipaggio Magnus-Picariello. Il duo, al volante dell’Audi #3, ha perso alcune posizioni al via, ma Picariello è stato bravo nel terminare la prima gara del weekend al settimo posto assoluto ed a resistere alla pressione di Nico Bastian prima che il pilota della Mercedes dell’AKKA ASP perdesse terreno nel finale.

Nella classe Pro-Am il Kessel Racing festeggia una grande doppietta grazie al primo posto centrato dall’equipaggio composto da Piti Bhirombhakdi e Carlo van Dam bravo ad imporsi davanti alla Ferrari gemella affidata a Giacomo Piccini e Michael Broniszewski.

Per Bortolotti ed Engelhart non c’è solo la soddisfazione della prima vittoria stagionale, ma anche quella di aver ereditato la pole da Frijns in Gara 2. Il pilota dell’Audi, infatti, aveva ottenuto il giro più veloce nel secondo turno di qualifica ma aveva colpito un cono andando oltre i limiti del tracciato proprio in occasione del giro della pole.

I commissari hanno messo sotto osservazione questo episodio ed hanno deciso di togliere il tempo a Frijns che domani scatterà dalla dodicesima posizione.

condividi
commenti
Dries Vanthoor e Robin Frijns si dividono le pole a Zolder

Articolo precedente

Dries Vanthoor e Robin Frijns si dividono le pole a Zolder

Articolo successivo

Van der Linde e Schothorst centrano il successo in Gara 2 a Zolder

Van der Linde e Schothorst centrano il successo in Gara 2 a Zolder
Carica i commenti