Si discuterà il 20 maggio l'appello della Lamborghini

condividi
commenti
Si discuterà il 20 maggio l'appello della Lamborghini
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Svizzera
04 mag 2015, 16:06

Fissata a Bruxelles la data di esame del ricorso contro l'esclusione della Huracán regina della 3 Ore di Monza

Sarà discusso il 20 maggio a Bruxelles il ricorso presentato dal GRT Grasser Racing Team contro l'esclusione, immediatamente “appellata”, subita dall'esordiente Lamborghini GT3 nella gara di apertura della Blancpain Endurance Series.

La supercar emiliana, vincitrice con largo margine della 3 Ore di Monza il 12 aprile scorso, era stata esclusa nella stessa serata di domenica dai Commissari Sportivi (Marc Janssen, Joël Do Vale e Claudio Ettori) sulla scorta di un verbale del Delegato Tecnico del campionato, secondo il quale la Huracán numero 19 non avrebbe rispettato l'articolo 257 A, Appendice J 6.1.4, del regolamento FIA, così come attuato dalla decisione del 30 marzo 2015 in materia di Balance of Performance della specialità, in relazione a un particolare della torretta di alimentazione o rifornimento del carburante.

La classifica della gara è attualmente sub iudice, in pendenza dell'esito dell'imminente giudizio d'appello davanti al Tribunale Sportivo del Reale Automobile Club del Belgio (che si riunirà a Bruxelles nella sede istituzionale dell'ente, al civico 53 di rue d'Arlon) e vede tuttora al vertice la vettura dominatrice dell'evento brianzolo con Fabio Babini, Jeroen Mul e Andrew Palmer, salvo esito sfavorevole fra tre mercoledì esatti della “causa”.

Allo stato delle cose, ai giornalisti interessati al procedimento non è stato possibile né accedere agli atti del “processo”, né conoscere in anticipo i nomi dei giudici designati per l'esame della memoria difensiva prodotta dal team di riferimento di Automobili Lamborghini nel BES. Il Tribunal Sportif del Royal Automobile Club Belgium pubblicherà un estratto della decisione in un'area dedicata del proprio sito Web: http://www.racb.com/fr/sport/informations/tribunal-sportif/

È verosimile che il concorrente in parola, titolare di licenza austriaca, possa adire successivamente la Corte Internazionale d'Appello della Federazione Internazionale d'Automobile, quale giudice di secondo e ultimo grado, qualora il pronunciamento del TNA del RACB in Belgio fosse sfavorevole al ricorrente in prima istanza...

Prossimo articolo BES
La Glorax punta alla vittoria in Am Cup a Silverstone

Previous article

La Glorax punta alla vittoria in Am Cup a Silverstone

Next article

Glock e Spengler con Zanardi alla 24 Ore di Spa

Glock e Spengler con Zanardi alla 24 Ore di Spa

Su questo articolo

Serie BES
Piloti Fabio Babini , Jeroen Mul
Autore Gabriele Testi
Tipo di articolo Ultime notizie