Mercedes-AMG E 63 S 4Matic+, 612 CV per “bruciare” le gomme

Mai Classe E fu più potente. Ed efficace, grazie alla trasmissione 4Matic+, che prevede anche una mappatura per il drifting

Mercedes-AMG E 63 S 4Matic+, 612 CV per “bruciare” le gomme
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S
Nuova Mercedes Classe E AMG 4MATIC+ e S

Se la progettazione di un’auto non fosse un procedimento lungo e laborioso, la nuova Classe E 63 AMG S sembrerebbe nata apposta per festeggiare il terzo titolo Costruttori di fila conquistato dalla Casa di Stoccarda in Formula 1. Invece la cosa bolliva in pentola già da tempo ed ora è “esplosa” con tutta la sua cattiveria: 612 CV e 850 Nm di coppia. C’è roba da supercar, sotto il cofano della berlina di rappresentanza per eccellenza, una macchina che nell’immaginario collettivo significa comfort, lunghi viaggi, affidabilità. Di Classe E AMG c’è anche una versione più tranquilla - la E 63 4Matic+ (senza S) accreditata comunque di 571 CV e 750 Nm. Ma andiamo con ordine. Partendo ovviamente dal top. 

Modalità drift

Qui in redazione l’abbiamo dovuto rileggere più volte per essere sicuri di aver capito bene, ma è proprio così: in AMG si sono inventati la modalità “bruciagomme” drift. Sì, proprio lei, la Classe E, la prima auto al mondo che ha ricevuto l’autorizzazione, negli USA, per la sperimentazione della guida autonoma su strade aperte al traffico, la prima al mondo col sistema di sorpasso automatico; insomma, l’auto che prima e più di quasi tutte le altre guarda alla sicurezza, ora propone il massimo dell’inutilità automobilistica: il traverso fine a sé stesso. Ma cosa c’è di più divertente che andare con la macchina “a bandiera”? Nulla, appunto. Ecco perché, grazie al nuovo 4Matic+ che può spostare il 100% della coppia tra i due assi, quando si seleziona la mappatura Race (esclusiva della S), si disattiva l’ESP e si posiziona la leva del cambio su manuale, è più facile andare “storti” che dritti. 

Modalità “tempo sul giro”

Questa ce la siamo inventata noi: la modalità tempo sul giro non esiste, ma la E 63 non è solo fumo, è anche tanto “arrosto”. Sì perché ad Affalterbach, sede dell’AMG, hanno messo a punto sospensioni pneumatiche Air Body Control specifiche a tre camere, un differenziale autobloccante posteriore (di serie sia sulla “base” che sulla S, ma che per la prima è a controllo meccanico, mentre sulla più potente è a gestione elettronica) e un’elettronica raffinatissima. Prima di tutto, l’ESP, che si può configurare su tre livelli: On, Sport Handling Mode e Off. Ci sono poi quattro settaggi per gestire motore, sterzo e cambio (a proposito: è un 9 marce automatico con frizioni in bagno d’olio): "Sport", "Sport Plus", "Individual" e, come già detto, per la S c’è anche “Race”, riservata ai circuiti. Per il resto, la E 63 e la E 63 S si differenziano anche perché la seconda offre di serie i supporti motore dinamici e (optional) i freni carboceramici, che invece non si possono avere sull'altra variante.

Tutto sotto controllo

Potenza, prestazioni e divertimento non bastano, oggi. Ci vuole anche qualcosa che permette di condividere il tutto con amici e parenti (più che altro per fargli invidia, si sa): ecco dunque l’AMG Track Pace, con cui analizzare (e paragonare con quelli di altri appassionati, appunto) i propri dati telemetrici al volante. L’applicazione, attualmente solo per iOS, sfrutta la connessione Bluetooth o wifi con il Comand Online per scaricare tutta la telemetria. Il tutto, può essere a sua volta collegato alla GoPro, per unire riprese e dati nei filmati dei giri veloci. Prepariamoci dunque che prima o poi arriverà, su YouTube, qualcuno che riprende i 3,4 secondi che la versione S richiede per scattare da 0 a 100 km/h, oppure i 3,5 secondi della versione da 571 CV. La velocità massima? 250 km/h autolimitata, 300 km/h con l'AMG Driver's Package.

condividi
commenti
Jean Todt e la moglie Michelle Yeoh premiati dalle Nazioni Unite

Articolo precedente

Jean Todt e la moglie Michelle Yeoh premiati dalle Nazioni Unite

Articolo successivo

Lamborghini Aventador Miura Homage, scandalosamente sexy

Lamborghini Aventador Miura Homage, scandalosamente sexy
Carica i commenti