Pal Varhaug la spunta in gara 2 a Monza

Pal Varhaug la spunta in gara 2 a Monza

Una gara ricca di colpi di scena premia il pilota della Virtuosi UK. Podio per Van der Drift e Quaife-Hobbs

Pal Varhaug è uscito vincitore al termine della grande battaglia che ha animato gara 2 del primo round dell'Auto Gp World Series, a Monza. Scattato dalla settima posizione sulla griglia di partenza, in virtù dell'inversione delle prime otto dell'ordine di arrivo della prima frazione, il pilota norvegese è stato bravo a tenersi lontano dai guai, ma deve anche ringraziare i ragazzi del team Virtuosi UK (squadra nata solo nel 2012!) per averlo rimandato in pista al comando del gruppo dopo il pit stop obbligatori. Ma andiamo con ordine, perchè di cose da raccontare su questa gara ce ne sono tante. Al via il poleman, Antonio Spavone ha fatto pattinare troppo le gomme della sua monoposto ed il russo Max Snegirev è stato bravo ad approfittarne per portarsi al comando, tallonato da Giacomo Ricci. Il pilota italiano le ha provate davvero tutte per portarsi al comando nei primi giri di gara, arrivando anche a mettere le ruote sull'erba nella percorrenza del Curvone, ma il portacolori della Campos Racing è stato impeccabile nel rintuzzare ogni attacco. Snegirev poi però ha deciso di anticipare il momento del suo pit stop, rientrando ai box proprio in coincidenza dell'apertura della finestra per le soste, venendo imitato anche da Chris Van der Drift, che seguiva in terza posizione. A questo punto al comando del gruppo è rimasto un quintetto indiavolato, composto da Ricci, Pal Varhaug, Antonio Spavone, Adrian Quaife-Hobbs e Sergio Campana. Tutti loro hanno atteso l'ottavo giro, quindi l'ultimo disponibile, per effettuare la sosta e bisogna dire che i pit stop si sono rivelati decisivi. Le vetture di testa, infatti, si sono ripresentare in pista in un altro ordine, con Varhaug tallonato da Spavone e a seguire Ricci, Campana e Quaife-Hobbs. Quest'ultimo poi è stato immediatamente scavalcato da Van der Drift. La cui scelta di anticipare il pit non ha pagato troppo invece per Snegirev, che si è ritrovato settimo. Nel corso del decimo giro però è arrivato un altro colpo di scena: Campana ha attaccato Ricci all'esterno della Prima Variante, finendo lungo. Nel rientrare in pista poi il campione in carica della F3 Italia ha urtato nel posteriore la monoposto del pilota della Zele Racing, mandandolo in testacoda e costringendolo al ritiro. Ad approffittarne sono stati quindi Van der Drift e Quaife-Hobbs che, complice anche un "dritto" di Spavone, si sono ritrovati rispettivamente in seconda e terza posizione. A sua volta però anche Varhaug ha sfruttato questa situazione per fare il vuoto alle sue spalle ed involarsi solitario verso la vittoria. La direzione gara ha deciso di punire la manovra di Campana con un drive through, ma il modenese non è riuscito neppure a scontare la sua sanzione, venendo tamponato da Victor Guerin alla Prima Variante un giro più tardi. Un contatto che lo ha costretto a rientrare ai box e ad alzare bandiera bianca, concludendo un weekend davvero nero (ieri era stato penalizzato di 1' per un'infrazione al pit stop, perdendo la seconda posizione) mentre il portacolori della Super Nova ha proseguito senza l'ala anteriore, finendo però sotto investigazione da parte dei commissari. A questo punto le posizioni si sono stabilizzate fino alla bandiera a scacchi, con Varhaug che andato a conquistare una meritata vittoria, precedendo Van der Drift e Quaife-Hobbs. Ottimo poi il quarto posto di Sergey Sirotkin, autore di una grande rimonta dopo aver preso il via dal fondo dello schieramento, in 14esima posizione. Antonio Spavone invece ha concluso la top five, precedendo alla fine Max Snegirev. Seguono poi Adderly Fong, Giancarlo Serenelli, Facundo Regalia e Giuseppe Cipriani. Da segnalare anche il ritiro di Daniel de Jong, che era stato terzo in gara 1: la monoposto della MP Motorsport deve aver accusato sicuramente qualche problema di natura tecnica perchè il pilota olandese si è reso protagonista di una lunga serie di "dritti" prima di rientrare ai box e fermarsi. AUTO GP, Monza, 11/03/2012 Classifica gara 2 1. Pal Varhaug - Virtuosi UK - 14 giri 23'48"744 2. Chris Van der Drift - Manor MP Motorsport - +3”519 3. Adrian Quaife-Hobbs - SuperNova International - +4”445 4. Sergey Sirotkin - Euronova Racing - +4”520 5. Antonio Spavone - Euronova Racing - +9”839 6. Max Snegirev - Campos Racing - +12”332 7. Adderly Fong - Ombra Racing - +20”060 8. Giancarlo Serenelli - Ombra Racing - +23”840 9. Facu Regalia - Campos Racing - +26”135 10. Giuseppe Cipriani - Campos Racing - +1 giro 11. Victor Guerin - SuperNova International - +1 giro 12. Michele La Rosa - MLR71 - +1 giro 13. Sergio Campana - MLR71 - +3 giri 14. Giacomo Ricci - Zele Racing - +5 giri 15. Matteo Beretta - Ombra Racing - +7 giri 16. Daniel de Jong - Manor MP Motorsport - +8 giri Giro più veloce: il 13. di Sergey Sirotkin, Euronova Racing, in 1'36"958, media 215.09 km/h Classifica Piloti: 1. Varhaug e Quaife-Hobbs 38; 3 .Van der Drift 25; 4. De Jong 15; 5. Regalia 14; 6. Snegirev, Spavone e Sirotkin 12; 9. Ricci 8; 10. Serenelli 5; 11. Fong 4; 12. Cipriani e Campana 1. Classifica Under 21: 1. Quaife-Hobbs 41; 2. Varhaug 38; 3. Sirotkin 22; 4. Regalia e Spavone 20; 6. De Jong 15; 7. Guerin 12; 8. Beretta 4. Classifica Team: 1. Manor MP Motorsport 40; 2. SuperNova International e Virtuosi UK 38; 26; 4. Campos Racing 26; 5. Euronova Racing 24; 6. Ombra Racing 9; 7. Zele Racing 8; 8. MLR71 1.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Auto GP
Piloti Pal Varhaug
Articolo di tipo Ultime notizie