E la “prima” di Richard Gonda arriva in Ungheria...

E la “prima” di Richard Gonda arriva in Ungheria...

Lo slovacco ha condotto flag-to-flag la seconda corsa del Renault Sport Trophy battendo Dario Capitanio

Il risultato tanto atteso dagli osservatori del Renault Sport Trophy e dallo stesso protagonista dell'impresa è arrivato a Budapest. Richard Gonda, già vicinissimo all'exploit nel precedente round di Spa-Francorchamps, ha conquistato in Gara 2 la prima vittoria nella specialità.

Il pilota slovacco del team ART Junior, per due volte in pole position nella categoria Prestige, ce l'ha fatta a imporsi “da bandiera a bandiera”, cioè involandosi al via e non venendo più contrastato dagli avversari. Idem per il secondo classificato, l'italiano Dario Capitanio, che ha preferito installarsi nel ruolo d'onore senza prendere rischi né compromettere la performance dell'Oregon Team.

Dietro la coppia di testa, è per lo meno infuriata la battaglia per l'ultimo gradino del podio fra tre driver della scuderia V8 Racing: Diederick Sijtohoff, Max Braams e Stefano Costantini, classificatisi nell'ordine in terra magiara.

Il quinto posto del laziale è però maturato di rimonta su un tracciato non facile per i sorpassi come l'Hungaroring dopo uno start un po' incerto dalla terza posizione in griglia: scavalcato Toni Forné della ART Junior all'ottava curva del 13simo giro e installatosi così in sesta posizione, ha successivamente approfittato del ritiro del milanese Niccolò Nalio.

Quest'ultimo è andato kappaò mentre si dava da fare per ottenere l'ultimo gradino del podio dopo un'escursione sull'erba mentre avrebbe dovuto invece affrontare il rettifilo.

Renault Sport Trophy - Hungaroring - Classifica campionato Prestige

Renault Sport Trophy - Hungaroring - Gara 2

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Altre Turismo
Piloti Richard Gonda , Dario Capitanio , Diederik Sijthoff
Articolo di tipo Ultime notizie