Zanini: "Puntiamo a 35 vetture al via nel 2016"

Zanini: "Puntiamo a 35 vetture al via nel 2016"

L'amministratore delegato di Motorquality S.p.a. ha fissato gli obiettivi del nuovo campionato italiano Mitjet

Questa mattina al circuito di San Martino del Lago è stato presentato un nuovo campionato, le Mitjet Italian Series, organizzate da Motorquality S.p.a. con il supporto del Gruppo Peroni Race. Bruno Zanini, amministratore delegato di MQ, è intervenuto nel corso della conferenza stampa e ha risposto ad alcuni quesiti riguardanti il nuovo format che ha l'obiettivo di essere un campionato economicamente sostenibile e, allo stesso tempo, di regalare ai partecipanti e al pubblico grande divertimento, sia in pista che dentro al Paddock. 

Zanini, avete voluto proporre questo format anche in Italia dopo il successo in terra francese. Quali obiettivi vi siete posti a medio-breve termine?
"Il nostro primo obiettivo è emulare il successo che le Mitjet Series hanno avuto in Francia. Il pochi anni sono stati creati addirittura due campionati in cui vi partecipano ben 35 e 40 vetture, dunque noi abbiamo la responsabilità di domostrare di poter fare bene anche noi e che anche gli italiani sanno fare bene il proprio lavoro". 

Quale sarà lo spirito che aleggerà nel Paddock? Qual è il vostro obiettivo da questo punto di vista?
"Vogliamo racchiudere in questo campionato - che sarà altamente professionale - due particolari principi, che sono: sportività, ovvero un'etica quando si entra in pista e convivialità, così da creare un bel clima all'interno del nostro Mitjet Village".

Siete soddisfatti delle vetture che state consegnando ai team o sono in previsione modifiche?
"Puntiamo molto sulla nostra vettura, che è ben costruita, dai costi di gestione molto competitivi e, a detta degli ormai duecento piloti professionisti e amatori che hanno avuto la possibilità di provarla, è un oggetto molto divertente. Siamo abbastanza sicuri che questo mix di fattori renda il prodotto vincente ed esclusivo". 

Ci dica qualcosa di più sul format del nuovo campionato.
"Il nostro campionato si svolgerà nell'ambito del Gruppo Peroni, con cui abbiamo una partnership, e si dipanerà su sei gare. In ogni fine settimana di gara, come sapete, avremo quattro gare. Questo format è differente dal solito perché in questo modo le vetture daranno la possibilità di correre due gare a fine settimana per ogni pilota. Infatti ogni equipaggio sarà formato da due piloti: uno "Pro" e un amatore, che si divideranno l'abitacolo della vettura del medesimo team. Al termine dell'anno vi sarà una classifica in cui verrà premiato il miglior equipaggio. Vincerà chi avrà sommato i migliori risultati tra "Pro" e Gentleman, per implementare e aumentare lo spirito di coesione di tutti i partecipanti, delle loro famiglie e di chi entrerà nel Paddock".

Oltre alle gare, però, sappiamo che garantirete di più...
"Prima e durante il fine sttimana di gara avremo iniziative di tipo ludico. Ad esempio avremo spettacoli d'intrattenimento nel Paddock, come cabaret o concerti che intratterranno le famiglie, ma anche i piloti quando non saranno impegnati nei turni di gara. Avremo inoltre intrattenimenti per i bambini e anche materiale per i team come tendoni e altri attrezzi. Nel campionato Mitjet francese Yvan Muller e Sébastien Loeb hanno i loro team, ma hanno le medesime attrezzature e strutture degli altri. E' un campionato che vuole avere costi tutto sommato contenuti e la formula funziona". 

Quante vetture avrete al via del primo appuntamento di Imola?
"Per la prima corsa, in scena a inizio aprile sul circuito di Imola, contiamo di avere 21 vetture al via. Purtroppo i tempi di consegna delle vetture si sono un po' dilatati e non è detto che ci saranno tutte, dunque, mal che vada, avremo in pista 18-19 vetture in tutto. Contiamo però di esserci tutti già dalla seconda gara".

Qual è il vostro obiettivo per quanto riguarda il numero di partecipanti?
"Il nostro obiettivo sarebbe riempire al più presto la lista partenti. Arrivare al massimo consentito dai circuiti, visto che potremo sfruttare il fattore della partenza lanciata. Verosimilmente chiuderemo questa stagione con 24-25 vetture al via, ma per l'anno prossimo contiamo di aggiungerne una decina, dunque 35. Le iscrizioni per questa stagione sono già aperte. I team per ora sono 8 e c'è chi ha 2 vetture e chi ne possiede tre. Le vetture sono state acquistate dai team o direttamente dai piloti e successivamente affidate ai team".

(Foto: Giacomo Rauli/Omnicorse.it) 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Altre Turismo
Articolo di tipo Ultime notizie