RR Cup: sui saliscendi del Mugello la seconda prova

RR Cup: sui saliscendi del Mugello la seconda prova

Dopo una gara, Cloroformio (600) e Vallazza (1000) i leader

Dopo l’esordio di Vallelunga torna in pista la RR Cup, il challenge motociclistico ideato da Daniele Alessandrini con una formula che, tenendo sempre conto del rispetto dell’equilibrio dei valori in campo, apre le porte a piloti più veloci.

Teatro di questa seconda tappa, sabato 5 e domenica 6 luglio, l’autodromo internazionale del Mugello, palcoscenico ideale per consentire ai partecipanti di dare sfogo alla loro voglia di correre.

Doveva essere questo il terzo round ma, come si ricorderà, la gara inaugurale del trofeo, in calendario a Misano lo scorso 13 aprile, non venne disputata a causa del tragico incidente che costò la vita ad Emanuele Cassani, pilota impegnato in altra categoria. La prova sarà recuperata in occasione della tappa imolese del campionato.

Si giunge quindi a questo appuntamento con alle spalle l’unico confronto che, sulla pista della Capitale, ha esaltato le caratteristiche tecniche degli pneumatici, Metzeler Racetec Interact K1 per la 600 e Pirelli Diablo Supercorsa SC1 per la 1000.

In quella circostanza si sono imposti il diciannovenne lucano Michele Cloroformio (Yamaha) nella classe 600 e il trentaquattrenne altoatesino Emanuel Vallazza (Kawasaki) nella 1000.

Nella cilindrata minore Cloroformio ha dominato la prova davanti alla wild card Daniele Ferri e al veronese Andy Rossi entrambi su Yamaha, più staccati hanno chiuso gli altri protagonisti, relegati nella circostanza al ruolo di comprimari. Si tratterà di vedere se sull’impegnativo circuito toscano il pilota di Lagopesole saprà confermare quanto fatto nel catino romano e soprattutto se i suoi rivali, molti dei quali partiti con prerogative diverse o trovatisi in difficoltà a Vallelunga, sapranno prontamente riscattarsi.

Anche nella top class Vallazza si è imposto senza particolari difficoltà sul marchigiano Marco Ferroni (Kawasaki) e sulla wild card Alessandro Simoneschi (BMW); ancora più indietro piloti con buona esperienza, come l’altro marchigiano Alessandro Rossi (Kawasaki) e il casertano Luigi Scalzone (BMW). Quindi, anche per la 1000 vale il discorso della 600: sarà l’impegnativo circuito toscano a confermare i valori espressi sulla pista romana oppure a favorire l’uscita di nomi nuovi.

La manifestazione, che è inserita nel programma della Coppa Italia, si aprirà venerdì con le operazioni preliminari e le prove libere e proseguirà sabato con i doppi turni di prove ufficiali. Domenica le gare scatteranno alle 14.00 (600) e alle 14.45 (1000).

Anche i piloti iscritti alla RR Cup saranno ospiti degli organizzatori in occasione della festa (con cena) che Alessadrini offrirà sabato sera al camping Mugello Verde.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ALTRE MOTO
Articolo di tipo Ultime notizie