Bridgestone Challenge: Leotta, Alberti e Terziani aprono il 2017

Nel round di apertura di Misano, Leotta è stato il mattatore della classe 600, mentre nella 1000 sono stati Alberti e Terziani a spartirsi i successi in palio sul tracciato dedicato a Marco Simoncelli.

Bridgestone Challenge: Leotta, Alberti e Terziani aprono il 2017
Azione di gara
Podio 600cc gara 2
Azione di gara
Podio 1000cc
Jacopo Facco
Podio 1000cc
Azione di gara
Podio 600cc gara 2
Azione di gara
Podio 600cc
Azione di gara
Podio
Atmosfera
Podio
Alessandro Moncigoli
Azione di gara
Alessandro Moncigoli
Luca Raggi
Luca Raggi

Si disputa all’insegna della variabilità meteorologica il primo round stagionale per il Bridgestone Champions Challenge 2017.

Sul Circuito Marco Simoncelli  di Misano Adriatico si alza finalmente il sipario sul Campionato monogomma Bridgestone. Due belle gare molto combattute e ricche di colpi di scena come sempre d’abitudine per il nostro Challenge.

E’ la classe 600 la prima a scendere in pista. Mattatore di giornata Luciano Leotta Kawasaki Team Green Speed che già nell’unico turno di qualifica ufficiale aveva conquistato la pole position con il crono di 1'44"524 e anche in gara si conferma l’uomo da battere,  tagliando per primo il traguardo davanti a Marco Ferroni su Kawasaki e Alessandro Moncigoli su Honda. Giro veloce in gara al nono passaggio per il secondo classificato Marco Ferroni, che stampa un notevole 2'01"445. A seguire Facco, Lorenzon, Frusconi, Fornari, Melina, Luc e Checcaglini nella top ten assoluta.

Nella 1000 Andrea Poggi è il poleman con 1'41"247, ma in gara l’uomo della pioggia è Dario Alberti (Ducati Dna), primo a passare sotto la bandiera a scacchi precedendo sul secondo gradino del podio lo stesso Poggi (Bmw) a cui va  il giro veloce in gara anche sul bagnato con 1'58"599. Sul terzo gradino del podio Giampiero Manzi su BMW, a seguire nei primi 10 posti Ruggero, Vieder, Spaggiari, Pedrini, Longhi, Passarelli e Schirò.

Ottimi risultati per le Bridgestone rain, che confermano di essere i pneumatici al vertice per prestazioni di altissimo livello in condizioni particolarmente difficili e capace di garantire sicurezza  e un feeling di guida senza eguali.

Entusiasta il commento di Luca Raggi di Idealgomme Racing: "Finalmente di nuovo in pista! E' stato un weekend fantastico, impegnativo, con una doppia gara in programma ma che senza alcun dubbio  ci ha regalato grandi emozioni. Tanti nuovi piloti nel Bridgestone Champions Challenge che hanno ulteriormente alzato il livello del nostro Campionato. Il meteo incerto ha reso complicato il lavoro dei Team che non hanno potuto lavorare serenamente ma sempre con un occhio al cielo. Nonostante ciò abbiamo potuto assistere a due belle gare per entrambe le nostre classi combattute ed aggressive, sia sotto la pioggia sabato in gara 1 che domenica quando proprio al momento dell’ingresso in pista dei piloti uno scroscio di pioggia ha nuovamente reso difficili le scelte e le strategie. Risultati cronometrici notevoli con tanti piloti  e griglie gremite. Il nostro primo round è stato dedicato con la commozione di tutto il paddock al nostro Emanuele Cassani, indiscusso ed indimenticabile Campione. Ci ha fatto piacere riscontrare il gradimento per il Village, rinnovato in alcuni suoi aspetti ma sempre centro e cuore del Challenge con l’area tecnica, l’Oasi IBeer  che ha presentato con grande successo l’esclusiva birra artigianale Irace e la lounge zone per il relax dei piloti, l’alta cucina dello Chef Chantal, la musica e il divertimento che tutte le sere animano il paddock con la simpatia delle Miss Bridgestone Champions Challenge".

Domenica di attesa e di tensione per tutti. Le gare del Bridgestone Champions Challenge sono il piatto forte di giornata e chiudono il programma della Coppa Italia FMI. Come in ogni  buona sceneggiatura al momento dell’ingresso in pista della classe 600 ci pensa uno scroscio di pioggia a rimescolare le carte e creare ulteriore incertezza sulla corretta scelta dei pneumatici. Gara dichiarata dalla direzione di corsa prima bagnata e poi successivamente asciutta. Condizioni di pista allo start non eccellenti per andar man mano a migliorare giro dopo giro. La bagarre  è tra Leotta su Kawasaki,  Alessandro Moncigoli (Honda) e il giovanissimo Facco (Honda) a contendersi la vittoria e le posizioni del podio.

A spuntarla all’ultimo giro è Luciano Leotta che oltre a vincere porta a casa anche il giro veloce all’ultimo passaggio con 1'45"357 e un week end da incorniciare con una doppia vittoria, bottino pieno e punti importantissimi per candidarsi da subito a essere l’uomo da battere in ottica Campionato. A Moncigoli  e Facco vanno gli applausi per aver dato il massimo e la consapevolezza di essere due dei principali e veloci  contendenti al titolo 2017.  A seguire nella classifica assoluta di gara 2 i sempre più veloci Frusconi e Fada in quarta e quinta posizione. Negroni, Checcaglini, Orsini, Luc e Crexell chiudono la top ten.

Subito dopo la 600 è la classe regina a scendere in pista. Un colpo d’occhio notevole la griglia di partenza con ben 41 piloti al via ad attendere lo spegnimento del semaforo. Parte in testa Cosimo  Di Viccaro su BMW, ma dal secondo giro è Alessio Terziani a dettare la sua legge e per ben nove giri restare indisturbato al comando. Al giovane talento su Yamaha R1 va anche il best lap in gara con un ottimo 1'40"538, per lui buon esordio al Bridgestone Champions Challenge. Sul secondo gradino del podio un ritrovato Sebastiano Nuccio Zerbo, (BMW) al rientro alle gare Italiane dopo la parentesi sportiva e la positiva esperienza all’estero a dimostrare che la sua classe è rimasta tale e da subito velocissimo è già pronto alla lotta per la vittoria. In terza piazza un altra BMW, quella di Cosimo Di Viccaro, sempre protagonista, veloce, combattivo. Andrea Poggi  è una certezza e chiude in quarta posizione, seguito dai giovani  talentuosi Micochero e Volpato, che dopo un 2016 difficile si candidano senza dubbio  per le posizioni di vertice. Alberti, Manzi, Vieder e Tomassoni chiudono le prime 10 posizioni che contano della classifica assoluta.

Per entrambe le classi una doppia gara che ha animato e entusiasmato anche le classifiche delle categorie Platinum, Gold e Silver. Un formula che piace e crea ulteriore interesse, bagarre e incertezza sino alla bandiera a scacchi.

Molto partecipata con grande interesse, sabato, in sala stampa la presentazione ufficiale della stagione e della rinnovata partnership con Pakelo Lubrificanti. Alberto Novarin, responsabile dell’azienda ha consegnato i kit Pakelo Racing per ogni pilota e illustrato i programmi e le iniziative di ricerca e sviluppo che vedranno i piloti del Bridgestone Challenge impegnati come tester. 

Apprezzata dai piloti anche la conferma della presenza anche per il 2017 del Fisio Center del Dott. Alessandro Spalvieri, un importantissima risorsa per tutti e la possibilità di essere seguiti e trattati specificatamente per tutto il weekend di gara.

condividi
commenti
E' iniziato il conto alla rovescia per il Bridgestone Challenge 2017
Articolo precedente

E' iniziato il conto alla rovescia per il Bridgestone Challenge 2017

Articolo successivo

Miss Race Champions Challenge 2017, si avvicina la finale

Miss Race Champions Challenge 2017, si avvicina la finale
Carica i commenti