TCR Europe: Bennani batte Azcona in Gara 2 allo Slovakia RIng

Il marocchino conduce per tutta la corsa e regala il primo successo alla SLR e alla nuova Hyundai Elantra, tenendosi dietro un agguerrito spagnolo. Sul podio anche Girolami con la Honda-PSS davanti a Gavrilov e Nagy. Coronel risale sesto, male Jelmini, fuori Langeveld.

TCR Europe: Bennani batte Azcona in Gara 2 allo Slovakia RIng

Mehdi Bennani ha conquistato la sua prima vittoria nel TCR Europe allo Slovakia Ring, sesistendo fino all'ultimo giro di Gara 2 alla pressione di Mikel Azcona.

Il Campione 2020 della serie turismo europea ha sfruttato alla perfezione la partenza dalla prima fila della griglia invertita, girando per primo con la sua Hyundai Elantra N e poi cercando di fuggire via.

Azcona ha invece recuperato velocemente posizioni scattando dalla nona piazza e con pazienza si è sbarazzato dei rivali che lo precedevano, fino a raggiungere il marocchino della Sébastien Loeb Racing, al quale non ha dato tregua per 7 tornate.

Bennani è stato perfetto chiudendo ogni varco alla Cupra Leon Competición del ragazzo griffato Volcano Motorsport, che quindi si deve accontentare della piazza d'onore. Per la Sébastien Loeb Racing è la prima affermazione nella serie, così come per la Hyundai con la sua nuovissima TCR. E curiosamente anche per lo stesso Mehdi, visto che l'anno scorso aveva vinto il titolo senza alcun successo!

Bennani alla fine è anche l'unico del team francese a poter sorridere, dato che Sami Taoufik è rimasto piantato in griglia al via per un problema tecnico (con breve ingresso della Safety Car), Niels Langeveld si è ritirato al giro 8 con fumate dal motore, mentre Felice Jelmini è incappato in una giornata decisamente storta.

Il lombardo partiva in prima fila al fianco di Bennani, ma ha perso subito quattro posizioni, per poi commettere due errori in uscita dalla ostica curva 2 andando nella ghiaia e dando così modo ai rivali di sopravanzarlo. Jelmini ha comunque stretto i denti, ma come in Gara 1 ha dato l'impressione di non aver trovato la quadra sui set-up della sua Elantra, finendo con un opaco 13° posto dopo diverse sportellate a centro gruppo, al volante di un mezzo un po' troppo scorbutico.

Tornando invece al podio, il terzo gradino va a Franco Girolami, impegnato con la Honda Civic Type R della PSS Racing; l'argentino non ha commesso errori con la macchina costruita dalla JAS Motorsport e alla fine riesce a precedere in volata l'Audi RS 3 LMS di Klim Gavrilov (VCR Team) e la Cupra Leon Competición di Dániel Nagy (Zengő Motorsport).

Tom Coronel risale invece dal decimo al sesto posto con l'Audi della Comtoyou Racing, superando nel finale la Honda di Isidro Callejas (Brutal Fish Racing Team).

In Top10 ci sono anche le altre due Audi della Comtoyou Racing nelle mani di Nicolas Baert e Dušan Borkovič, rispettivamente ottavo e decimo, divisi dalla Peugeot 308 di un ottimo Jimmy Clairet (Team Clairet Sport), in rimonta dal 15° posto e inseritosi nelle battaglie ruota a ruota.

Buon undicesimo piazzamento per Jack Young con la seconda Honda del Brutal Fish Racing Team. Il pupillo della JAS Motorsport non si è sottratto alle bagarre, andando a mettersi alle spalle in extremis la Hyundai i30 N di un Mat'o Homola (Janík Motorsport) che dopo essere stato in lizza per l'ottavo posto si è visto risucchiato nel gruppone.

A punti vanno anche Teddy Clairet con la sua Peugeot e Martin Ryba con la terza Honda marchiata Brutal Fish Racing Team. Restano a secco la Hyundai i30 N di Jáchym Galáš (Janík Motorsport), Evgenii Leonov (Cupra-Volcano), Viktor Davidovski (Honda-PSS) e le vecchie Cupra di Sylvain Pussier e Gilles Colombani (Team Clairet Sport).

TCR Europe - Slovakia Ring: Gara 2

condividi
commenti
TCR Europe: Azcona domina Gara 1 allo Slovakia Ring

Articolo precedente

TCR Europe: Azcona domina Gara 1 allo Slovakia Ring

Articolo successivo

TCR Europe, Jelmini carico: "Al Paul Ricard per fare bene"

TCR Europe, Jelmini carico: "Al Paul Ricard per fare bene"
Carica i commenti