Spa, 6a Ora: gran duello Ferrari-Lamborghini per la vetta

La 488 #51 di Iron Lynx con Pier Guidi balza davanti alla Huracan #63 di Mapelli, con la BMW #35 terza in agguato. Risalgono Audi-WRT #32 e Porsche #3, MadPanda leader Silver, Lamborghini-Barwell svetta in PRO-AM.

Spa, 6a Ora: gran duello Ferrari-Lamborghini per la vetta

Cala la notte sulle Ardenne e la 24h di Spa-Francorchamps entra in una delle fasi più ostiche quando abbiamo superato il quarto di gara.

I piloti di GT World Challenge Europe - Endurance Cup ed Intercontinental GT Challenge hanno continuato a regalare bei sorpassi ed azioni sui 7km del tracciato belga, dove però anche la direzione gara ha avuto il suo bel da fare comminando una marea di Drive-Through per track-limits non rispettati dai protagonisti.

Questo ha ulteriormente rimescolato le carte e la classifica, anche perché alcuni team hanno optato per strategie differenti rispetto ai rivali, riuscendo a rimontare posizioni.

Fra quelli che hanno pagato le sanzioni sopracitate ci sono Saintéloc Racing (Audi #26 e #27), AKKA ASP (Mercedes #87), Attempto Racing (Audi #99), Boutsen Ginion Racing (BMW #10), Winward Racing (Mercedes #57), Haegely by T2 Racing (Porsche #166), GPX Martini Racing (Porsche #22), Herberth Motorsport (Porsche #911), Sky Tempesta Racing (Ferrari #93), Jota (McLaren #38), GRT (Lamborghini #16) e Team Allied Racing (Porsche #222).

La Kessel Racing (Ferrari #11) ha dovuto scontare un Drive Through per aver superato la velocità limite in pit-lane, stessa sorte della Porsche #56 di Dinamic Motorsport per aver provocato un incidente. L'Audi #30 della WRT si è fermata per uno Stop&Go di 30" avendo superato il limite negli stint.

Parlando della graduatoria, un bel colpo l'ha fatto Alessandro Pier Guidi nel corso della 5a ora, balzando davanti a Marco Mapelli con una grande mossa in fondo al rettilineo del "Kemmel". Il pilota della Iron Lynx sale così al comando assoluto e della Classe PRO con la Ferrari #51, inseguito dalla Lamborghini #63 di Orange 1 FFF Racing Team passata ora nelle mani di Andrea Caldarelli.

Terza c'è la BMW M6 #35 della Walkenhorst Motorsport (Timo Glock/Martin Tomczyk/Thomas Neubauer), che ha una sosta in più all'attivo rispetto alle altre macchine che la precedono, mentre l'Audi R8 #32 del Team WRT (Dries Vanthoor/Kelvin Van Der Linde/Charles Weerts) sta cercando di risalire in Top10 dalle retrovie, occupando ora il quarto posto.

La McLaren 720 S #38 della Jota (Rob Bell/Oliver Wilkinson/Ben Barnicoat) sta andando bene nonostante una penalità scontata ed è quinta, seguita dalla Porsche #3 di Schnabl Engineering (Dennis Olsen/Michael Christensen/Frédéric Makowiecki).

Settima la Mercedes-AMG #90 di MadPanda Motorsport (Ezequiel Perez Companc/Ricardo Sanchez/Patrick Kujala/Rik Breukers), leader ampiamente in Classe Silver Cup.

Strategia differente rispetto agli altri anche per l'Audi #37 del Team WRT, che con Nico Müller/Robin Frijns/Dennis Lind era stata in testa nella prima parte di gara, tallonata ora dalla Mercedes-AMG #88 griffata AKKA ASP (Raffaele Marciello/Daniel Juncadella/Jules Gounon) nel braccio di ferro per l'ottavo e nono posto.

La Mercedes #50 di HubAuto (Nicky Catsburg/Maxi Buhk/Maxi Götz) e la Porsche 911 GT3-R #22 della GPX Martini Racing (Matt Campbell/Earl Bamber/Mathieu Jaminet) chiudono rispettivamente la Top10 assoluta e quella PRO.

Leggi anche:

In Silver Cup, il secondo posto è sempre della Lamborghini #14 di Alex Fontana/Ricardo Feller/Rolf Ineichen (Emil Frey Racing), mentre sale terza la Bentley Continental #107 di Stuart White/Pierre-Alexandre Jean/Nelson Panciatici/Ulysse De Pauw, che ha superato la Mercedes #57 di Winward Racing affidata a Philip Ellis/Mikael Grenier/Russell Ward.

La Ferrari #33 della Rinaldi Racing (Benjamin Hites/Fabrizio Crestani/David Perel) si è messa alle spalle l'Audi #99 della Attempto Racing (Fabien Lavergne/Max Hofer/Alex Aka) nel duello per il quinto posto di categoria.

In Classe PRO-AM è la Lamborghini #77 della Barwell Motorsport (Miguel Ramos/Leo Machitski/Henrique Chaves/Sandy Mitchell) ad aver preso il comando delle operazioni, inseguita dalla Aston Martin Vantage #188 della Garage 59 (Alexander West/Chris Goodwin/Charlie Eastwood/Marvin Kirchhöfer).

Entrambe hanno però minacciose alle spalle le Ferrari di AF Corse (#52 Louis Machiels/John Wartique/Andrea Bertolini/Alessio Rovera) e Sky Tempesta Racing (#93 Jonathan Hui/Chris Froggatt/Matteo Cressoni/Eddie Cheever).

Infine in Classe AM la Porsche #166 della Haegely by T2 Racing (Pieder Decurtins/Dennis Busch/Manuel Lauck/Marc Basseng) è scivolata dietro alla #23 di Hubert Motorsport (Jacob Schell/Ivan Jacoma/Niki Leutwiler/Nico Menzel) dopo aver scontato il Drive Through sopracitato.

condividi
commenti
Spa, 3a Ora: Audi-WRT balza al comando con la pioggia

Articolo precedente

Spa, 3a Ora: Audi-WRT balza al comando con la pioggia

Articolo successivo

Spa, 15a Ora: Ferrari-Iron Lynx allunga, rimonta Audi-WRT

Spa, 15a Ora: Ferrari-Iron Lynx allunga, rimonta Audi-WRT
Carica i commenti