Nico Müller
Topic

Nico Müller

La colonna di Nico Müller: più punti e meno errori, la ricetta per crescere

Nel nuovo appuntamento scritto, il driver Audi racconta il negativo mese di luglio tra il DTM e la 24 Ore di Spa nella Blancpain GT Series. Ora “un po’ di vacanza, poi punto a svoltare la stagione”.

La colonna di Nico Müller: più punti e meno errori, la ricetta per crescere
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
#1 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Antonio Garcia, Nico Müller, René Rast
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM, Lucas Auer, Mercedes-AMG Team HWA, Mercedes-AMG C63 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
Nico Müller, Audi Sport Team Abt Sportsline, Audi RS 5 DTM
#1 Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS: Antonio Garcia, Nico Müller, René Rast
#1 Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS: Antonio Garcia, Nico Müller, René Rast
#1 Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS: Antonio Garcia, Nico Müller, René Rast
#1 Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS: Antonio Garcia, Nico Müller, René Rast
#1 Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS: Antonio Garcia, Nico Müller, René Rast
#1 Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS: Antonio Garcia, Nico Müller, René Rast

Norisring, croce e delizia. A Norimberga, soltanto un anno fa, ottenni il primo successo nel campionato DTM, il che mi ha fatto giungere carico di aspettative al quarto appuntamento stagionale. Purtroppo, non tutto è andato come desideravo.

Le prime difficoltà le ho riscontrate fin dalla qualifica, dove non sono riuscito a ottenere un risultato migliore del decimo posto in griglia a causa di un circuito molto corto e con molto traffico. La gara non è andata meglio. L’arrivo della pioggia ha ovviamente stravolto i piani. In questi momenti così concitati è importante prendere la giusta decisione al momento giusto. Basta sbagliare di qualche secondo e la frittata è fatta… 

Ad onor del vero, devo ammettere che insieme al team abbiamo azzeccato la tempistica per il cambio gomme. Purtroppo non sono riuscito a superare il mio compagno di squadra Jamie Green dopo il pit-stop, dovendomi accontentare del nono posto. È stato un vero peccato, perché il mio assetto era ottimale per l’asciutto.

La corsa domenicale sembrava poter presagire qualcosa di buono. Come nella passata edizione, anche quest’anno sono riuscito a scattare dal terzo posto, così come Tom Blomqvist è riuscito a bissare la pole position dello scorso anno. Tuttavia, sapevo che allo spegnersi dei semafori avrei potuto incontrare qualche difficoltà. Infatti, la mia Audi RS5 era stata impostata per avere dei vantaggi in qualifica anziché in gara.

 

Nella prima parte di gara sono riuscito a conservare la posizione e rimanere aggrappato al gruppo di testa, ma quando bisognava scegliere se rientrare o stare in pista ho preferito la seconda opzione. Ero davvero vicino a Lucas Auer e non volevo perdere il contatto con lui. La scelta di ritardare il pit-stop non si è rilevata azzeccata. 

Al Norisring sono necessari diversi giri per poter scaldare adeguatamente le gomme. Rientrare tardi non mi ha consentito di godere di un vantaggio nella fase finale. Inoltre, sono stato protagonista di un contatto con Bruno Spengler, così la mia preoccupazione è diventata quella di portare a termine la corsa. Bilancio? Non positivo. Dopo esser stato il miglior pilota Audi in qualifica avrei dovuto sicuramente ottenere di più.

Il primo flop stagionale

Ebbene sì, in Russia, al Moscow Raceway, ho registrato il mio primo vero “fallimento” stagionale. La vettura era adatta per le qualifiche, esattamente come per la corsa del Norisring. A causa di una bandiera gialla, però, non ho potuto sfruttare tutto il potenziale. Oltretutto mi è stata comminata anche una penalità di cinque secondi, sinonimo di tredicesimo posto in griglia. 

Anche le Audi dei miei compagni hanno evidenziato alcuni problemi con l’aderenza degli pneumatici sul circuito russo. Viste e considerate le difficoltà, non ho potuto fare altre che sperare in una corsa più fortunata.

 

Durante la corsa abbiamo scelto di rientrare ai box circa a metà delle fatiche, adottando una strategia diversa rispetto a quella usata a Norimberga. Purtroppo la fortuna ci ha nuovamente girato le spalle. Poco dopo il mio rientro in pista, ha fatto capolino la Safety-Car, il che mi ha fatto rimanere fuori per le posizioni nobili sino alla bandiera a scacchi. Così, ho chiuso la mia prima corsa senza segnare punti. Le due manche di luglio sono state difficili da digerire.

Ottima gara senza ricompensa

Archiviate le due corse nel DTM, ho avuto la possibilità di guidare alla 24 Ore di Spa-Francorchamps nel Blancpain GT Series con il team Audi WRT, stessa scuderia con la quale ho partecipato alla corsa di un giorno intero al Nürburgring. Personalmente credo di aver disputato un’ottima gara, prima di errori e sbavature, ma sfortunatamente non abbiamo raccolto il risultato meritato.

 

Siamo stati sempre in zona podio fino alla domenica mattina. Una penalità e un guasto al serbatoio ci hanno infine costretti a salutare qualsiasi speranza di festeggiare un ottimo risultato. In queste gare di durata il minimo problema viene raddoppiato. Ma ciò fa parte delle corse…

Ora è arrivato il momento di staccare un po’ la spina e ricaricare le batterie. Trascorrerò i miei giorni di vacanza su un’isola greca, prima di concentrarmi per il quinto appuntamento stagionale a Zandvoort. 

Il fatto che i miei colleghi in Audi, Mattias Ekström e René Rast, primo e secondo nella classifica intermedia del DTM, siano separati soltanto da un punto in classifica, dimostra l’alto livello di competitività delle nostre vetture.

Per quanto mi riguarda, conto di non commettere più nessun errore e scalare il più possibile la classifica. Ho i mezzi per fare meglio e tenterò di farlo con tutte le mie forze.

condividi
commenti
24h Spa: gioie per Mortara e Marciello; Kessel Racing domina in AM

Articolo precedente

24h Spa: gioie per Mortara e Marciello; Kessel Racing domina in AM

Articolo successivo

Alex Fontana torna “a casa”: ha firmato con Emil Frey Racing!

Alex Fontana torna “a casa”: ha firmato con Emil Frey Racing!
Carica i commenti