GTWC, 7° posto per Cairoli: "Dura fare meglio con l'auto rotta"

Il comasco, con Engelhart e Bachler, al Paul Ricard è incappato in un guasto al diffusore della Porsche di Dinamic Motorsport che ha negato al trio la lotta per il podio, nonostante le velocità fossero buone.

GTWC, 7° posto per Cairoli: "Dura fare meglio con l'auto rotta"

Dopo il successo messo a segno nel round inaugurale di Monza del mese scorso, Matteo Cairoli ha conquistato altri punti nella 1000 Km del Paul Ricard, secondo degli appuntamenti del GT World Challenge Europe Endurance Cup che si è disputato sabato.

Assieme ai suoi compagni di squadra Klaus Bachler e Christian Engelhart, con i quali si è come sempre alternato al volante della Porsche 911 GT3 R del team Dinamic Motorsport, il pilota comasco ha centrato un buon settimo posto al termine di una gara sicuramente difficile.

Un contatto nelle fasi iniziali ha visto infatti coinvolto Engelhart nel corso suo primo stint, compromettendo l'aerodinamica della vettura e rendendo tutto più difficile.

"È stato un weekend dal bicchiere mezzo vuoto e mezzo pieno - ha spiegato Cairoli, tra i più veloci nella sua sessione di qualifica, quando ha staccato il terzo responso cronometrico - Il mio compagno di squadra Engelhart ha avuto un contatto ed abbiamo guidato per cinque ore e mezza con un diffusore rotto. Nonostante tutto il nostro passo non era nel complesso malvagio”.

condividi
commenti
GTWC: al Paul Ricard trionfo in extremis per la Porsche-GPX
Articolo precedente

GTWC: al Paul Ricard trionfo in extremis per la Porsche-GPX

Articolo successivo

24h di Spa: Aston Martin scende in campo con Garage 59

24h di Spa: Aston Martin scende in campo con Garage 59
Carica i commenti