GT: Ratel chiede una revisione della classificazione dei piloti

Il capo del GT Stephane Ratel ha proposto un importante rinnovamento del sistema FIA di categorizzazione dei piloti per il 2023.

GT: Ratel chiede una revisione della classificazione dei piloti

Stephane Ratel ha proposto una serie di cambiamenti alla FIA perché ritiene che l'attuale struttura minacci il futuro della sua serie GT World Challenge Europe, così come alcuni dei suoi altri campionati.

Ratel vuole eliminare la distinzione tra le classi platinum e gold così com'è oggi e dare ad ogni giovane pilota che ha già corso in monoposto lo status gold per lasciare la classificazione silver ai veri dilettanti.

"Ditemi la differenza tra un platium ed un gold. C’è gente come Jules Gounon e Dries Vanthoor, piloti ufficiali che sono gold", ha detto Ratel a Motorsport.com.

"La stragrande maggioranza dei piloti gold oggi deve essere platinum e tutti i 'super-silver' con esperienza in monoposto gold. Il problema ora è che i veri silver non hanno una possibilità contro i 'super-silver', i giovani che hanno corso in monoposto ma che non hanno i risultati per essere classificati come gold".

Questo problema, ha spiegato, ha un effetto a catena, a causa del numero di piloti silver che chiedono e ottengono le cosiddette deroghe per correre nella classe Pro-Am, che nella GTWCE Endurance Cup prevede formazioni con due bronzi e un platinum o un gold.

#163 Emil Frey Racing Lamborghini Huracan GT3 Evo: Albert Costa, Norbert Siedler, Giacomo Altoè

#163 Emil Frey Racing Lamborghini Huracan GT3 Evo: Albert Costa, Norbert Siedler, Giacomo Altoè

Photo by: SRO

Ratel ha spiegato che questa situazione ha avuto l'effetto di destabilizzare la classe Pro-Am che si rivolge ai veri piloti gentlemen e ritiene che il sistema di categorizzazione dei piloti, così com'è, non è al passo con le esigenze della sua serie.

"Abbiamo il fuoco nel nostro paddock: se non facciamo qualcosa perderemo un sacco di macchine. Abbiamo già perso la nostra classe Am [riservata ai dilettanti] e nel momento in cui perderemo la Pro-Am sarà finita. Non vogliamo correre con solo 30 auto Pro nell'Endurance. Non è il nostro modello di business".

Ratel ha spiegato che c'è un ampio sostegno nel paddock per le sue proposte:"Tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo con me: se chiedessi l'unanimità penso che tutti firmerebbero".

Il capo della WRT Vincent Vosse ha detto di essere d'accordo con le idee di Ratel e ha sottolineato le qualità di Rolf Ieichen, 43enne svizzero che corre nella Silver Cup del GTWCE per il team Emil Frey Lamborghini quest'anno.

"È un pilota molto forte, ma ha più di 40 anni e deve confrontarsi con ragazzi appena usciti dalle monoposto".

Le proposte sono state presentate alla FIA e se dovessero essere adottare tutte o alcune delle proposte di Ratel, questo potrebbe avere implicazioni di vasta portata per le gare endurance perché il suo sistema di categorizzazione dei piloti è usato in tutto il mondo.

Ratel sta anche progettando di bandire le formazioni composte da due platinum per il segmento Sprint Cup del GTWCE il prossimo anno.

condividi
commenti
GTWC: Pier Guidi/Ledogar/Nielsen Campioni sulla Ferrari-Iron Lynx

Articolo precedente

GTWC: Pier Guidi/Ledogar/Nielsen Campioni sulla Ferrari-Iron Lynx

Carica i commenti