Crash 24H di Spa: Aitken, fratture a clavicola e a una vertebra

Jack Aitken, sfortunato protagonista del terribile incidente all'Eau Rouge dopo pochi minuti di gara alla 24 Ore di Spa, si è procurato fratture alla clavicola e a una vertebra. Busto alla schiena per precauzione applicato a Davide Rigon.

Crash 24H di Spa: Aitken, fratture a clavicola e a una vertebra

Tanto spavento, ma anche conseguenze fisiche che vanno al di là di forti ma banali contusioni. Così Jack Aitken è uscito dal terribile incidente verificatosi ieri nelle prime fasi della 24 Ore di Spa-Francorchamps.

Il pilota di riserva del team Williams di Formula 1 ha rimediato fratture alla clavicola e a una vertebra nell'incidente avvenuto all'Eau Rouge. Le ferite del pilota britannico hanno incluso anche una lieve contusione polmonare.

La frattura alla vertebra di Aitken è stata definita dal bollettino medico diramato dai medici come "stabile". Il pilota spera di esse3re dimesso in breve tempo dall'ospedale di Liegi, dov'è stato ricoverato ieri dopo l'incidente, per poi continuare il suo recupero.

"Tutto sommato mi sento bene e sono stato fortunato", ha dichiarato Aitken, che nel weekend stava condividendo una Lamborghini Huracan GT3 del team Emil Frey con Arthur Rougier e Konsta Lappalainen.

"Sono dispiaciuto per i miei compagni di squadra, perché non sono riusciti a correre. Ma mi spiace anche per le altre vetture coinvolte nell'incidente".

"L'obiettivo ora è quello di tornare nel Regno Unito e iniziare il recupero, cercando di fare in modo che tutto vada per il meglio e tornare presto in macchina. Sono sicuro che grazie alle persone che mi circondano, tutto andrà nel migliore del modi".

Al momento è ancora troppo presto per capire quando il britannico-coreano potrà tornare in macchina. Né il team Emil Frey, né tantomeno la Williams, hanno voluto fare previsioni su quando potranno averlo a disposizione.

Per quanto riguarda gli altri piloti coinvolti nell'incidente, Davide Rigon - pilota ufficiale della Ferrari che in questo weekend correva al volante di una 488 GT3 Evo del team Iron Lynx - è stato dimesso dall'ospedale dopo qualche controllo di rito. Ha però dovuto indossare un tutore per la schiena come misura precauzionale.

"E' stato un bruttissimo incidente, purtroppo non ho potuto fare niente per evitarlo. Sono stato colpito da dietro e di fatto mi sono trovato a non poter controllare la macchina. Fortunatamente sono stato dimesso dall'ospedale con un bustino da indossare, mi sento un po' Iron Man, ma spero di tornare in pista al più presto! Grazie per il supporto".

Un portavoce della Ferrari ha dichiarato che a oggi è troppo presto per dire se Rigon potrà essere regolarmente al via della 24 Ore di Le Mans al volante della Ferrari 488 GTE-Pro Evo numero 52 con Miguel Molina e Daniel Serra.

Kevin Estre e Franck Perera, gli altri due piloti coinvolti nel terribile incidente all'Eau Rouge nella giornata di ieri, sono stati visitati subito al Centro Medico dell'autodromo e sono stati subito dimessi.

condividi
commenti
Spa, 18a Ora: doppia leadership Ferrari, Lamborghini-FFF recupera

Articolo precedente

Spa, 18a Ora: doppia leadership Ferrari, Lamborghini-FFF recupera

Articolo successivo

Spa, 21a Ora: Ferrari-Audi alla resa dei conti finale

Spa, 21a Ora: Ferrari-Audi alla resa dei conti finale
Carica i commenti