GT World Challenge Europe Endurance

24 Ore di Spa, 9° Ora: Tom Blomqvist e la BMW ringraziano la safety car

condividi
commenti
24 Ore di Spa, 9° Ora: Tom Blomqvist e la BMW ringraziano la safety car
Di:

Il pilota svedese ha approfittato di una neutralizzazione e del contemporaneo pit stop dell'Audi di Schmidt per prendere il comando. Ottimo lo stint di Earl Bamber con la Porsche

Un brutto incidente accaduto a Stephane Ortelli al volante della Lexus dell’Emil Frey Racing all’Eau Rouge ha fatto esporre la full course yellow quando mancavano poco meno di trenta minuti alla conclusione della 9. ora di corsa. Dopo alcuni minuti, in pista è anche entrata la safety car che ha ribaltato un’altra volta ancora la classifica. Nessuna conseguenza per Ortelli ma vettura distrutta, con l’aggravante di un principio di incidendio sviluppatosi all’avantreno.

La 24 Ore quindi inizia a mietere le prime vittime: al comando ora c’è la BMW M6 di Blomqvist-Eng-Krognes che ha ereditato la prima posizione dall’Audi di Schmidt e dei van der Linde rientrata ai box proprio nel momento in cui la direzione corsa decideva di schierare la safety car con la conseguenza che la R8 ora è precipitata all’undicesimo posto.

Seconda è la regolarissima Mercedes di Engel-Buurgman-Stolz davanti alla consorella di Raffaele Marciello-Juncadella- Vauthier che ha approfittato della sosta di routine della Porsche GT3 R di Timo Bernhard-Earl Bamber-Laurens Vanthoor per prendersi la provvisoria terza posizione. La Porsche, soprattutto, ha disputato uno spezzone notturno rimarchevole, con Bamber più veloce sul passo dei propri rivali.

Fuori invece dalle zone nobili della classifica è la Bentley Continental di Soucek-Saulet-Abril che è rimasta coinvolta in un un piccolo incidente con la Ferrari del team Rinaldi dei gentlemen Sultanov-Yoon-Boulle-Ehret. La vettura è rientrata in pit lane con un problema alla sospensione anteriore sinistra e alla scatola guida che ha costretto i tecnici a un lungo intervento per rimettere in pista la Continental del trio che sembrava tranquillo al comando.

Qualche problema lo ha ha palesato anche l’Aston Martin Vantage V12 di Martin-Baumann-Kirchöfer da poco rientrata r in lizza per le posizioni importanti della classifica. Baumann infatti ha avvertito una iniziale perdita di pressione al sistema frenante e il team ha preferito sostituire pastiglie e dischi.

In Pro Am è sempre al comando la Mercedes della Strakka Racing davanti alla Ferrari di Haring-Brauner-Triller-Renauer e alla Mercedes di Habul-Bernd Schneider-Jaeger-Konrad. Dopo loro si trovano Marc Lieb con la Porsche del Black Swan, le due Ferrari di Griffin-Bontempelli-Cameron e Cioci-Bertolini-Machiels-Hommerson. L’Honda NSX con Guerrieri è salita al 34.posto.

 

24 Ore di Spa, 6° Ora: l'Audi R8 di Kevin e Shaun van der Linde e di Schmidt passa al comando

Articolo precedente

24 Ore di Spa, 6° Ora: l'Audi R8 di Kevin e Shaun van der Linde e di Schmidt passa al comando

Articolo successivo

24 Ore di Spa, 12° Ora: oltre 60 minuti di bandiera rossa per un incidente che ha coinvolto Krebs e Meyrick

24 Ore di Spa, 12° Ora: oltre 60 minuti di bandiera rossa per un incidente che ha coinvolto Krebs e Meyrick
Carica i commenti