A Sepang vince Vinales, Mondiale ancora aperto

Terol sbaglia all'ultimo giro e finisce quinto, Zarco arriva terzo e riduce il gap a 20 punti

A Sepang vince Vinales, Mondiale ancora aperto
La classe 125 Gp saluterà il Motomondiale mettendo in palio l'ultimo titolo iridato nell'ultima gara della sua storia. Ieri sembrava quasi fatta per Nico Terol, ma oggi lo spagnolo ha rischiato di cadere nell'ultimo giro della corsa di Sepang e non è riuscito a fare meglio del quinto posto finale, permettendo a Johann Zarco di continuare a sperare di laurearsi campione fino a Valencia. Errore di Terol a parte, parte del merito di questa situazione va proprio al francese, che si è reso protagonista di una rimonta spettacolare che lo ha portato dal 15esimo posto in griglia al gradino più basso del podio. Un piazzamento grazie al quale ha ridotto a 20 lunghezze il gap nei confronti del rivale: tanti da recuperare in una gara sola, ma nella vita non si può mai dire... Con i due contendenti al titolo leggermente più indietro, a lottare fino alla fine per la vittoria sono stati Maverick Vinales e Sandro Cortese, con il "Rookie of the Year" che è andato meritatamente a conquistare la sua terza affermazione stagionale. Un successo importante anche per quanto riguarda il podio iridato, che il pupillo di Paris Hilton si sta giocando proprio con il rivale tedesco. Detto del terzo posto di Zarco e del quinto di Terol, tra di loro si è inserito Hector Faubel: un risultato che ha quasi dell'assurdo se si pensa che lo spagnolo è il compagno di squadra del leader iridato. E' strano che nel team Aspar nessuno lo abbia catechizzato su cosa fare se si fosse trovato davanti a Terol nelle fasi conclusive della corsa. Per quanto riguarda i piloti di casa nostra, bisogna invece segnalare il punticino portato a casa da Alessandro Tonucci, che anche in garasi è confermato il migliore dei nostri piazzandosi al 15esimo posto.

125 Gp - Sepang - Gara

125 Gp - Classifica campionato

condividi
commenti
Terol in pole a Sepang, Zarco all'inferno
Articolo precedente

Terol in pole a Sepang, Zarco all'inferno

Articolo successivo

Eugenio Lazzarini raccontato in un libro dal fratello

Eugenio Lazzarini raccontato in un libro dal fratello
Carica i commenti